36 – L’ABATE

L’Abate (uno dei vari “io” protagonisti) qui specula. Lo ascoltiamo speculare sul fatto che occorra alzare il tiro in verticale. Non tra è tra il fogliame che si aggira la Bestia…

Speculare. Interessante scelta verbale: contiene la radice di specchio. Rimanda alla frase più famosa di San Paolo: “Videmus nunc per speculum et in aenigmate” (ora – qui – vediamo come attraverso ad uno specchio, in maniera confusa, distorta…). L’Abate che punta al divino colpisce chi? L’Abate deicida si suicida (“suo malgrado”). La bestia raggira. Ci si spara. E’ un enigma. E’ un dato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...