Altre vicende allegoriche

La Bestia del Gévaudan

Caproni fa riferimento in alcuni passi dell’opera ad una precisa “bestia” leggendaria, la Bestia del Gévaudan (in francese: La Bête du Gévaudan) che terrorizzò la zona dell’odierna Lozère, nell’area centro meridionale della Francia, tra il 1764 e il 1767, uccidendo e ferendo centinaia fra persone e animali. Mentre le vittime sono un dato certo, casi provati e documentati, non lo è ovviamente la vera natura della “bestia”, avvolta da leggende.

Cartoline dalla Lozère

A questi fatti Caproni allude in alcuni passi dell’opera nei quali cita il tergo di una cartolina dalla Lozère riproducente una stampa del 1765 che lo incuriosì. In quell’epoca la regione si chiamava appunto Gévaudan e fu teatro di vicende analoghe a quelle riferite dall’Avviso del Conte. La leggendaria bestia del Gevaudan – narra la leggenda – fu poi uccisa dall’eroe locale Jean Chastel, nella caccia organizzata dal barone di Apcher. Come si apprende dalle note dell’autore la dicitura della cartolina, parafrasata nei versi in La perplessità delle curie, è la seguente:

“La BESTIO del Gevaudan fut la terreur du pays di Gevaudan de 1764 à 1767”.

Qui / come può aver seme?

Tutto questo diventa nel verso caproniano allegoria di eventi simili ai nostri (i fatti riferiti dall’AVVISO del Conte) ma dai risvolti assai più alti ed eroici; una sorta di illustre ed aulico precedente storico, in uno scenario esotico ed immaginifico (quello del Gévaudan contro quello del milanese) con tanto di risoluzione in positivo: il nome e cognome del “liberatore”, quel Jean Chastel che giunse all’inarrivabile segno (si noti nel verso: “seme”) e definitivamente “fulminò” la Bestia.

Da qui i versi de La perplessità delle Curie.

No, la «dolce Lombardia»
non è il Gévaudan.

Doveva saperlo,
il Conte. 

Un Jean
Chastel, qui
come può aver seme?

[…] 


Spunti di approfondimento

Una breve e personale introduzione all’opera.
Una scheda sul Conte di Kevenhüller personaggio storico.
Sull’autore riportiamo qui una limitatissima bibliografia essenziale di partenza e rimandiamo qualsiasi ampliamento al contributo benevolo di quanti vorranno porvi rimedio con il loro apporto, ringraziando fin d’ora a nome di tutti.

Link, curiosità e bibliografia minima sul Gèvaudan.

  • Abel Chevalley, La Bête du Gévaudan Editions J’ai Lu 1972
  • René de Chantal, La fin d’une énigme, la Bête du Gévaudan  La Pensée Universelle 1983
  • Henri Pourrat, Histoire fidèle de la bête en Gévaudan Jeanne Laffitte 2ème édition 1985
  • Félix Buffiere, La bête du Gévaudan, une grande énigme de l’histoire Deuxième édition 1994
  • Abbé Poucher, Histoire de la Bête du Gévaudan ,  édition Laffitte Reprints, 1996
  • Historia, La bête du Gévaudan: enquete sur des meurtres en série, n. 650, Febbraio 2001
  • Lino Penati, Verità e leggende sul lupo europeo, Storia Illustrata, n.229, dicembre 1976
  • Helga Hofmann, Mammiferi, Editoriale Giorgio Mondadori, 1990
  • Michel Louis, La bête du Gévaudan, l’innocence des loups, Perrin, réédition, 2001
  • Francois Fabre, La bête du Gévaudan, édition complétée par Jean Richard, De Borée, 2000
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...